domenica 26 aprile 2009

Delibera regionale localizzazione aeroporto di Frosinone- Ferentino

OGGETTO: Infrastruttura aeroportuale ai sensi dell’ Art. 27 legge regionale 16.02.2000 n. 12 e s.m.i., nel territorio della provincia di Frosinone

LA GIUNTA REGIONALE

Su proposta dell’Assessore alla Mobilità;

VISTO l’art. 117 della Costituzione, che include tra le materie di legislazione concorrente quella degli “aeroporti civili”;

CONSIDERATO che anche alla luce della giurisprudenza costituzionale formatasi al riguardo, possono essere localizzati nel territorio regionale porti e aeroporti civili di interesse regionale;

VISTO il D. L.vo 9 maggio 2005, n. 96 avente ad oggetto la “Revisione della parte aeronautica del Codice della navigazione” ed in particolare, l’art. 3, comma 7, che testualmente recita … “le Regioni disciplinano le materie di propria competenza nel rispetto dei principi desumibili dalle disposizioni contenute nel titolo III del libro I della parte II del codice della navigazione, come modificato dal presente articolo” …;

VISTO il D. L.vo 15 marzo 2006, n. 151 recante “Disposizioni correttive ed integrative al decreto legislativo 9 maggio 2005, n. 96, recante la revisione della parte aeronautica del codice della navigazione;

VISTO altresì, il d. lgs. 12 aprile 2006 n. 163, recante: “Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE”, con le modifiche introdotte dal D.L. 12 maggio 2006, n. 173, dal Decreto legislativo 26 gennaio 2007 n. 6, dal Decreto legislativo 31 luglio 2007 n. 113 e dal Decreto Legislativo 11 settembre 2008, n. 152;

VISTO lo Statuto della Regione Lazio;

VISTA la L.R. 18 febbraio 2002, n. 6 e successive modificazioni;

VISTO il regolamento di organizzazione degli uffici e dei servizi della Giunta regionale 6 settembre 2002 n.1 e le successive modificazioni;

VISTA la Legge Regionale 16 febbraio 2000, n. 12, avente ad oggetto: “Disposizioni finanziarie per la redazione del bilancio di previsione della Regione Lazio per l'esercizio finanziario 2000 (legge regionale 11 aprile 1986, n. 17)” ed in particolare, l’art. 27 comma 1 (Contributo finanziario per la realizzazione dell’aeroporto civile di Frosinone), secondo cui: “Al fine di partecipare alla realizzazione dell'aeroporto civile di Frosinone, è istituito il capitolo n. 28173 nel bilancio 2000 denominato: "Partecipazione della Regione Lazio alla realizzazione dell'aeroporto civile di Frosinone" con lo stanziamento di lire 500 milioni”;

VISTO in particolare, l’art. 27, comma 2, della detta L.R. n. 12/2000, secondo cui: “Con deliberazione della Giunta regionale sono fissate le modalità della partecipazione di cui al comma 1”;

VISTA la Legge Regionale 28 aprile 2006, n. 5, recante: “Bilancio di previsione della Regione Lazio per l’esercizio finanziario 2006” ed i relativi allegati, dove sono stati previsti i contributi regionali, per complessivi 4.500.000 euro in tre annualità, finalizzati all’aumento di capitale della Società Aeroporto di Frosinone SPA, realizzazione dell’Eliporto e progettazione preliminare aeroporto;

VISTA la Legge Regionale n. 31 del 24 dicembre 2008, concernente: “Legge finanziaria regionale per l’esercizio 2009 (art. 11, l.r. 20 novembre 2001, n. 25)”, nella quale, all’art. 2 (Rifinanziamento di leggi regionali), è previsto: 1. Relativamente all’anno finanziario 2009 è autorizzato il rifinanziamento delle leggi regionali di cui all’allegato quadro “A” nel quale, con riferimento all’art. 27 (Aeroporto di Frosinone) della legge regionale n. 12 del 2000, è previsto lo stanziamento di euro 500.000 sul cap. C16505;

CONSIDERATA la mancata individuazione, ai sensi dell’art. 698 cod. nav., “degli aeroporti e i sistemi aeroportuali di interesse nazionale” e la mancata costituzione del “comitato di coordinamento tecnico” di cui all’art. 704, comma 2, cod. nav., teso a “coordinare le politiche di sviluppo degli aeroporti di interesse regionale”;

VISTO, in particolare, la Comunicazione della Commissione europea 2005/C/312/01 relativa agli “Orientamenti comunitari in materia di finanziamento degli aeroporti e gli aiuti pubblici di avviamento concessi alle compagnie operanti su aeroporti regionali”;

CONSIDERATO che, in data 17 giugno 2003 la Provincia di Frosinone, il Comune di Frosinone ed il Consorzio A.S.I. hanno costituito una Società per Azioni a partecipazione pubblica denominata "Aeroporto di Frosinone S.p.A.";

CONSIDERATO che, successivamente, con deliberazione n. 1337 del 12 dicembre 2003, la Giunta Regionale del Lazio ha destinato alla realizzazione dell’Aeroporto civile di Frosinone un contributo complessivo pari a € 250.000,00;

CONSIDERATO che nel capitale sociale della citata società aeroportuale, oltre alla Provincia di Frosinone, al Comune di Frosinone ed al Consorzio A.S.I., hanno inteso partecipare, successivamente, la Camera di Commercio di Frosinone e il Comune di Ferentino;

VISTO l’ordine del giorno del Consiglio Regionale del 6 dicembre 2007, n. 117, con il quale è stato evidenziato che si rende indispensabile, nel quadro della rimodulazione del sistema del trasporto aereo del Lazio, ed in coerenza con gli interessi regionali, la realizzazione di uno scalo aeroportuale nel Sud del Lazio, volto a dare attuazione a una adeguata rete aeroportuale regionale;

VISTA l’intesa siglata in data 31 gennaio 2008 tra il Ministro dei Trasporti ed il Presidente della Regione Lazio che, richiama l’esigenza della localizzazione di uno scalo aereo regionale nella parte sud del Lazio;

PRESO ATTO che le risultanze istruttorie agli atti degli Uffici regionali competenti nel confermare la localizzazione della struttura aeroportuale regionale nella provincia di Frosinone individuano la struttura stessa in un area al confine tra i comuni di Frosinone e Ferentino;

VISTA la deliberazione della Provincia di Frosinone n.32 del 29 luglio 2008 che conferma la localizzazione dell’aeroporto regionale di Frosinone;

RITENUTO di condividere tale localizzazione, includendo il nuovo aeroporto e le infrastrutture connesse in un sistema di mobilità integrata idoneo a migliorare l’efficienza del trasporto pubblico provinciale così contribuendo al rilancio delle vocazioni turistiche, culturali e ambientali del territorio medesimo;

RITENUTO che, anche in ragione di una indispensabile azione di risanamento e di contenimento delle spese, la realizzazione dell’Aeroporto regionale della provincia di Frosinone non deve comportare alcuna ulteriore spesa a carico del bilancio regionale, rispetto alle risorse già stanziate, nel Quadro “A”, allegato alla richiamata Legge Regionale n. 31 del 24 dicembre 2008;

RITENUTO altresì che le strutture dell’Amministrazione regionale competenti debbano avviare tutte le procedure necessarie al fine di consentire la più rapida attuazione della realizzazione della struttura aeroportuale della provincia di Frosinone nel puntuale rispetto della vigente normativa comunitaria, statale e regionale;

ATTESO che il presente provvedimento non è soggetto alle procedure di concertazione con le parti sociali;

All’unanimità

DELIBERA

Le premesse sono parte integrante del presente atto;

1. di individuare, nel territorio provinciale di Frosinone, l’Aeroporto regionale, localizzandolo in un’area tra i comuni di Frosinone e Ferentino, in conformità con le risultanze istruttorie e ferma restando la necessità della preventiva Valutazione Ambientale Strategica da completarsi entro sei mesi dalla pubblicazione del presente atto. Quest’ultima terrà conto dell’inserimento dell’Aeroporto in un più ampio programma che preveda l’opera di bonifica e di risanamento ambientale dei territori della Valle del Sacco e la riqualificazione e la riconversione ecologica del sistema produttivo locale anche attraverso lo sviluppo degli eco distretti industriali, delle filiere agro energetiche e delle energie rinnovabili;

2.di stabilire, anche in ragione di una indispensabile azione di risanamento e di contenimento delle spese, che la realizzazione dell’Aeroporto regionale della provincia di Frosinone non deve comportare alcuna ulteriore spesa a carico del bilancio regionale, rispetto alle risorse già stanziate, nel Quadro “A”, allegato alla Legge Regionale n. 31 del 24 dicembre 2008.

Le strutture dell’Amministrazione regionale competenti avvieranno tutte le procedure necessarie al fine della realizzazione del nuovo Aeroporto della provincia di Frosinone e di quanto previsto al punto 1.

Avverso la presente deliberazione ai sensi della legge regionale 22 ottobre 1993, n. 57 è ammesso ricorso giurisdizionale al Tribunale Amministrativo del Lazio nel termine di 60 giorni, ovvero ricorso straordinario al Presidente della Repubblica nel termine di 120 giorni decorrenti dalla data di pubblicazione della presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Lazio.

La presente deliberazione è pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Lazio.

5 commenti:

  1. Francesco Mazzoleni20 agosto 2009 17:21

    Magari si facesse questo aeroporto. Vorrei vi rendeste conto di COME e QUANTO può cambiare l'economia di una INTERA ZONA grazie all'arrivo di migliaia di viaggiatori, anche se solo di transito verso le aree di Roma e/o Napoli. Il problema semmai è chiedersi e rimboccarsi le maniche su come creare una offerta al turista di passaggio di modo che le nostre zone siano finalmente conosciute anche al di fuori dei confini provinciali e valorizzate e apprezzate. Ma siete mai stati a Bergamo, Pisa, Trapani ? WIWA RYANAIR !

    RispondiElimina
  2. Spero vivamente che lei faccia solo dell'ironia , o davvero siamo rovinati!!!!!! ora capisco perchè è stata sceltala provincia di frosinone!!!!!!!1

    RispondiElimina
  3. beh, se si farà occorrerà sviluppare un piano dettagliatissimo di sviluppo turistico. immagino già quanti saranno interesatissimi a vedere la provincia più inquinata d'Italia, con l'asl che fa abbattere interi greggi di pecore cntaminate, e mucche che muoiono dopo aver bevuto al fiume sacco. e tutto questo senza contare l'ulteriore inquinamento dell'aria apportato dalle tonnelate di cherosene bruciato dagli aerei. eh si scommetto che faranno la fila i turisti per vedere tutto questo...

    RispondiElimina
  4. rimanete con le pecore allora....

    RispondiElimina
  5. Beh! Visto che siete così informati sullo sviluppo economico che hanno i paesi dove c'è un aeroporto, informatevi anche quanta ricchezza potrebbero portare le pecore, invece di fare della facile ironia sul tema!
    Ma vi rendete conto che a frosinone/ferentino si superano per più di 65 gg/anno la quantità limite di polveri sottili e siamo al quadruplo dei giorni in cui viene superato a ciampino (dove c'è già una areoporto!!!)
    A ciampino è nato prima l'areoporto e poi il paese ed ora non lo vogliono più, invece noi lo vorremmo innestare in mezzo a due città che stanno lì (almeno Ferentino) da 2000 anni?
    Io continuo a ribadire che è meglio un figlio disoccupato (anche se sono convinto che investendo la stessa quantità di denaro per altre opere si sconfiggerebbe alla grande anche il problema disoccupazione!) piuttosto che malato!

    RispondiElimina